Tuthmosi II

Nomi:    Akheperenra, Dhutmose
Dinastia XVIII (1548-1292 a.C.)
Anni di regno [1501-1479 a.C.]
Collocazione storica: Nuovo Regno 1567-1080 a.C.

Storia: Il problema che si era posto per la successione di Amenofi , si ripropone negli stessi termini per Tuthmosi , che, come eredi legittimi, ebbe soltanto figlie femmine. Anche questa volta perci˛, fu un figlio illegittimo a salire al trono, Tuthmosi II (figlio di una regina di rango inferiore, Mutnofre), e anch'egli spos˛ una sua sorellastra, Hatshepsut. Il suo regno sarÓ segnato da due rivolte, una nel paese di Kush e una in Siria e, anche se entrambe furono represse, la frequenza di questi incidenti Ŕ indice della fragilitÓ delle conquiste egiziane. L'esercito fa delle incursioni e poi rientra in patria senza compiere un'effettiva conquista e, se per caso costruisce fortezze dove sono stanziate le truppe, queste sono utilizzate per controllare le strade, pi¨ che per governare gli indigeni. Il monumento principale del regno di Tuthmosi II Ŕ una stele trionfale che porta la data dell'anno primo, collocata sulla strada fra Aswan e File.
La morte di Tuthmosi II e l'assunzione al trono del successore venne annunciata con le seguenti parole:
Essendo salito in Cielo, si congiunse agli Dei, e suo figlio ne prese il posto come Signore dei Due Paesi e regn˛ sul trono di suo padre, mentre la sorella di questi, la sposa del dio, Hatshepsut, govern˛ il territorio e i Due Paesi erano sotto il controllo di lei; il popolo lavorava per lei, e l'Egitto chinava il capo al suo cospetto.
Malgrado il modo conciso in cui Ŕ riferito il fatto, non Ŕ da vedere che Tuthmosi II non sia morto di morte naturale. Una tomba quasi spoglia d'ornamenti a Biban el-Muluk, contenente un sarcofago privo d'iscrizioni, presenta tali somiglianze con quella di Tuthmosi I che, senza esitazione, Ŕ stata attribuita al figlio, e dall'aspetto trascurato si pu˛ dedurre che nessuno si curasse molto del destino del defunto; il suo tempio funerario, scoperto dai Francesi nel 1926, Ŕ piuttosto misero. Una stele, proveniente con ogni probabilitÓ da Eliopoli, lo raffigura in compagnia della regina Ahmose, vedova di Tuthmosi I, e della figlia di lei, la "grande sposa del re", Hatshepsut.

Tomba:

Tomba di Tuthmosi II


Torna indietro Vai alla XVIII Dinastia Vai alla XVIII Dinastia Elenco Dinastie Vai a "Storia"

Webmaster: Maurizio Lira - mlira@libero.it
Graphics & design: Maurizio Lira   Text & lettering: Simonetta Albericci
Tutte le fotografie pubblicate in questo sito sono di proprietÓ privata ed Ŕ vietato farne uso a fini commerciali.

Torna alla home page
Torna alla Home Page